Ray Ban Da Sole

22/06/2018

Nel 1971 arriva all’attenzione del pubblico con il ruolo di Frank Ligourin in Una squillo per l’ispettore Klute di Alan J. Pakula, con Jane Fonda e Donald Sutherland, e lo stesso anno ottiene una nomination all’Oscar vestendo i panni del detective Buddy ‘Cloudy’ Russo nel poliziesco Il braccio violento della legge, che gli porta il ruolo del detective Buddy Manucci nel poco apprezzato Squadra speciale (1973). Neanche ne Lo squalo (1975) Scheider si scrollerà di dosso la parte di “uomo della legge”; come capo di polizia della cittadina marittima Amity, Scheider/Martin Brody tornerà anche nel sequel Lo squalo 2 (1978), ma prima di salvare gli abitanti di Amity dall’attacco degli squali, interpreta un agente della CIA ne Il maratoneta (1976), con Dustin Hoffman.

Una rappresentazione tragica ed estremamente realistica del secondo conflitto mondiale. La serie, già attraverso l’incipit della splendida colonna sonora ed il richiamo alle memorie scolpite sulle facce dei veterani possiede una tale forza evocativa da rendere improponibile qualsiasi paragone con precedenti pellicole dello stesso genere. Originale rappresentazione a tutto tondo della campagna di liberazione del continente(1944 ’45) da parte di un’unità d’elite continua.

(2006) di Peyton Reed. Storia di due fidanzati che si rifiutano di abbandonare la casa in cui vivono ed iniziano una convivenza forzata che poi sfocerà nel solito happy end. La sua carriera prosegue tra progetti più impegnati (Il buio nell’anima, Into the Wild) e commedie, genere in cui si specializza sempre più (Fred Claus, Tutti insieme inevitabilmente, L’isola delle coppie), fino ad arrivare al ritorno in coppia con Ben Stiller in Vicini del terzo tipo di Akiva Schaffer.

A queste esperienze si aggiungono anche quelle del programma “The CBS Festival Of Lively Arts for Young People” (1977) dove reciterà con William Sadler e Henry Winkler in “Henry Winkler Meets William Shakespeare”, diretto da Jeff Bleckner e la trasposizione televisiva del musical I pirati di Penzance(1980) di Wilford Leach e Joshua White, dove interpreta ancora una volta il Re dei Pirati. Le scelte televisive, che intercorrono lungo tutta la sua carriera, non sono esaltanti, se non per un “Cyrano de Bergerac” interpretato nel 2009 per il programma “Great Performances” e grazie al quale verrà candidato all’Emmy.L’esordio in La scelta di SophieNotato dai produttori hollywoodiani viene imposto come personaggio maschile protagonista del drammatico La scelta di Sophie (1982) di Alan J. Pakula con Meryl Streep, per il quale viene nominato ai BAFTA come migliore attore esordiente.I film con Lawrence KasdanL’anno seguente, incontra per la terza volta il ruolo del Re dei Pirati e quindi il musical I pirati di Penzance nella sua trasposizione cinematografica, scalzando John Travolta che era interessato alla parte.

Nessun commento

Lascia un commento